Superauto SpA

Superauto SpA

  • Concessionaria Ufficiale

Nuova Polo.. si fa più grande (e bella)

Vogliamo raccontarvi il nostro primo contatto con Nuova Polo.

Richiedi informazioni

Nuova Polo. Diamo un po’ di numeri!


Polo prima serie (1975-1981)
42 sono le candeline spente quest’anno da Nuova Polo, che le conferiscono a pieno titolo lo scettro di vettura di segmento B più longeva sul mercato.

Presentata nel 1975 come versione low cost della piccola Audi 50, in poco tempo rimpiazzò la gemellina dei 4 cerchi grazie ad allestimenti simili, ma a prezzi molto più contenuti. Tre le motorizzazioni possibili (40, 50 o 60 CV), tutte benzina.

Quante unità vendute? Oltre 1.000.000. 
 




Polo seconda serie (1981-1994)
1981, l’anno in cui venne introdotta la seconda generazione di Volkswagen Polo. Prodotta sia con carrozzeria Coupè, sia Wagon, per quest’ultima versione le linee cambiano: una coda più tronca e una forma più squadrata vanno a garantire un’abitabilità interna decisamente superiore.

Per la prima volta Volkswagen Polo può essere scelta con alimentazione a gasolio, adeguandosi ad una sempre maggior spinta del mercato.



 


Polo terza serie (1994-2002)
2 airbag anteriori, per guidatore e conducente, ad incrementare le dotazioni di sicurezza, e per la prima volta è disponibile una versione a 5 porte.  

È la terza serie di Volkswagen Polo, e l’anno è il 1994. Le linee si presentano molto più aggraziate e armoniche, con una vasta scelta di motori benzina e diesel. Ce n’è davvero per tutti i gusti. E con la versione Harlequin, prodotta in 3.800 esemplari, anche per i più bizzarri.



 


Polo quarta serie (2001-2009)
La quarta generazione della Polo, prodotta dal 2002, porta con sè una ventata di innovazioni non indifferente, a partire dalle dimensioni: si fa più lunga di oltre 15 cm rispetto alla serie precedente (superando le dimensioni iniziali dei primi modelli della più grande Golf), con una capienza massima del baule – reclinando i sedili posteriori – di oltre 1000 litri.

216 sono i chilometri orari di punta massima che poteva sfiorare la Polo 9N3 (questo è il codice identificativo della Polo quarta serie) GTI equipaggiata con motore turbo benzina da 1800 cc in grado di erogare 150 CV.



 


Polo quinta serie (2009-2017)
Il prossimo numero? 2010!

Non è l’anno di produzione della quinta serie (venne infatti introdotta un anno prima, nel 2009), bensì l’anno in cui Polo si aggiudica l’ambito premio “Car of the Year” (la Golf III lo vinse nel 1992), ed è facile capire perchè: grazie ad un’attenzione sempre maggiore dedicata alla sicurezza dei passeggeri a bordo (di serie 4 airbag, ESP e ASR), Polo riesce ad ottenere il punteggio massimo di 5 stelle nei crash test dell’Euro NCAP.

Un successo strepitoso che conferma come la qualità costruttiva e l’affidabilità che hanno sempre contraddistinto il brand Volkswagen si possono ritrovare su tutti i modelli prodotti.

Nel 2014 subisce un importante restyling, con l’adeguamento di tutte le motorizzazioni agli standard EURO 6, che arriva fino ad oggi…. o meglio, a IERI.

Perchè Nuova Polo è già arrivata nei nostri saloni, e si fa notare.


Scopriamola insieme!

 


Dimensioni

Le dimensioni esterne ed interne sono notevolmente cresciute, favorendone l’abitabilità ed avvicinandola alla sorella maggiore Golf.

In particolare Nuova Polo guadagna +8 cm in lunghezza, +7 cm in larghezza, +10 cm di lunghezza del passo e +71 litri di capienza baule, tutto a favore di un maggior comfort per conducente e passeggeri, nonchè di una maggior tenuta di strada.

Design esterno

Anche qui le cose cambiano radicalmente. Nuova Polo abbandona il carattere “austero”, seppur elegante, della precedente versione, e si tinge di una sportività che su questo modello ancora non avevamo visto: linee dinamiche e profonde nervature regalano alla linea un aspetto decisamente “muscoloso” che sicuramente strizza l’occhio ai più giovani e a chi ama non passare inosservato. Finalmente la tecnologia Full LED è disponibile sia per i gruppi ottici anteriori sia per quelli posteriori, proprio come sulle sorelle di taglia più grande. A concludere, una vasta gamma di cerchi in lega fino ai 17″ di diametro (irrinunciabili, sono stupendi).

Sistemi di sicurezza

È forse sotto questo profilo che si ha il maggior distacco dal passato.

Possiamo affermare con assoluta onestà che Nuova Polo non ha nulla da invidiare alle sorelle più grandi (e ben più costose). Di serie l’utilissimo Front Assist con rilevamento pedoni e frenata d’emergenza, che si attiva non solo in presenza di un grande ostacolo (come l’auto che ci precede), ma anche in caso di un improvviso attraversamento da parte di un pedone. Presenti su tutta la gamma, inoltre, airbag a tendina anteriori e posteriori, Fatigue Detection –  rilevatore della stanchezza del guidatore e il Multicollision Brake – il sistema anticollisione multipla che arresta la corsa senza controllo della macchina in seguito ad un urto.

A richiesta si possono avere lACC – Adaptive Cruise Control (il regolatore che modula autonomamente la velocità dell’auto in funzione della distanza con l’auto che precede), Park Assist e Blind Spot Detection, che segnala l’eventuale presenza di veicoli che sopraggiungono nell’angolo cieco tramite una spia LED posta sul lato esterno degli specchietti retrovisori laterali.

 

Tecnologia e Connettività

Anche in questo campo si esprime il massimo dell’ avanguardia di casa Volkswagen: sarà disponibile sull’intera gamma Active Info Display, il cruscotto digitale da 10,2″ (già presente su Golf, Passat e Tiguan), completamente personalizzabile secondo le proprie esigenze.

Ah, una navigazione a tutto schermo davanti agli occhi potete trovarla solo su Audi R8 e Lamborghini.. per dire.

Un’ulteriore novità è rappresentata dalla ricarica ad induzione per smartphone, standard su tutta la gamma (eccezion fatta per la entry level), che consente di ricaricare il proprio dispositivo semplicemente appoggiandolo sulla piastra di ricarica induttiva, posta nella nicchia dietro il cambio.
Nessun’altra concorrente lo consente.
Nessuna.

I display di infotainment, in alta definizione, si fanno grandi fino a 8″ e in vetro lucido.

Grazie a Volkswagen Connect, inoltre, gli utenti potranno avere sempre la propria auto e tutti i dati relativi a portata di touch, sul proprio smartphone.

 

Allestimenti e Motorizzazioni

Com’è tradizione, tre sono gli allestimenti disponibili: Trendline, Comfortline e Highline; per quanto riguarda le motorizzazioni, invece, l’importante novità è rappresentata dall’introduzione accanto ai motori benzina (1000cc da 65 CV a 115 CV) e ai motori diesel (1600cc TDI da 80 CV o 95 CV) del nuovo motore 1.0 TGI 90 CV a metano, che promette dei consumi ridottissimi ed un’elevata percorrenza.

Non vi basta?

Perchè scegliere Volkswagen nuova polo

Richiedi Informazioni

Aggiungi un messaggio